Infografica

07 Febbraio 2018

Si sente spesso parlare di infografica, ma cos’è un’infografica? Scopriamolo insieme!

L’infografica è la traduzione di dati, grafici e in generale concetti complessi, in una forma di comunicazione visiva semplice, accattivante e più intuitiva rispetto ad un testo.

La funzione principale di un’infografica è comunicare dei contenuti e dei valori numerici in maniera immediata ed efficace, in modo da renderli facili da comprendere e memorizzare.
Si tratta di un’evoluzione della semplice estrapolazione ed elaborazione di dati e grafici, spesso contenuti in tabelle di Excel o in lunghe e noiose presentazioni Power Point.

Per mantenere alta l’attenzione del pubblico e rendere la fruizione più agevole e coinvolgente, spesso si preferisce alla grafica statica quella animata, attraverso l’utilizzo del linguaggio audiovisivo o HTML5.
L’infografica che sia statica o animata, consente di costruire un racconto coerente, composto da parole, numeri ed elementi grafici.

Oltre alla scelta di una linea grafica moderna e d’impatto, è bene ricordare che prima di decidere di creare e utilizzare un’infografica, è bisogna avere ben chiaro che cosa si vuole comunicare e, soprattutto, se si hanno sufficienti dati a disposizione per farlo.
Un’infografica senza numeri o concetti da trasmettere è un esercizio di stile fine a se stesso.

Spesso si sceglie uno strumento perché va di moda, è diffuso o semplicemente perché piace, ma si dimentica che oltre al lato estetico, si deve sempre partire da una valutazione in termini di efficacia di comunicazione.
Ogni strumento di comunicazione ha delle caratteristiche che lo rendono adatto a determinati scopi piuttosto che altri.

In rete esistono molti strumenti che consentono di realizzare un’infografica in autonomia, ma per ottenere un prodotto di qualità non basta creare un’immagine.
La realizzazione di un’infografica, anche semplice, è il risultato di un processo che comprende, tra le altre cose: la definizione di un obiettivo strategico, l’individuazione del target, la scelta del tone of voice e la costruzione di un percorso visivo condiviso e coerente e per fare tutto ciò sono necessarie competenze specifiche.